News

4 Novembre 2020

Agile Planning

All’inizio del ventesimo secolo, Henri Fayol descrisse il lavoro dei manager attraverso queste azioni: pianificare, organizzare, comandare, coordinare e controllare. Il mondo sembrava prevedibile. Il futuro poteva essere pianificato. Sembrava ragionevole, quindi, che i dirigenti identificassero i loro obiettivi e si concentrassero sulla loro realizzazione.

Ora, di fronte all’incessante cambiamento tecnologico, alle forze dirompenti presenti in qualsiasi industria e alla concorrenza globale, la pianificazione sembra un inutile desiderio fine a sé stesso. L’agilità organizzativa, basata su team autogestiti, sembra essere la soluzione per competere nella realtà aziendale in rapido cambiamento.

La logica della pianificazione strategica centralizzata a lungo termine è l’antitesi di  team che definiscono le proprie priorità e l’allocazione delle risorse su base settimanale. Ma se la pianificazione e l’agilità sono entrambe necessarie, le organizzazioni devono imparare a farle funzionare insieme.

Ecco perché lo stile di pianificazione del ventunesimo secolo = pianificazione agile. Le aziende che vogliono avere successo non possono permettersi di rinunciare a nessuna di queste componenti. Abbiamo ancora bisogno di pianificazione, ma di una pianificazione dinamica.


Altre news