News

9 Settembre 2020

Knowledge workers: percezione del lavoro pre e post Covid-19

Nel 2013, Julian Birkinshaw intervistò 45 “knowledge workers”. Agli intervistati venne richiesto di aprire il calendario e di indicare un giorno della settimana precedente che meglio esemplificasse la propria vita lavorativa. Oltre a questo, fu chiesto loro di fornire dettagli sulle 6-10 attività svolte durante quel giorno.

Pochi mesi dopo l’epidemia del Covid-19, Birkinshaw decise di replicare lo studio del 2013 intervistando persone con un profilo simile a quelli dello studio precedente e ponendo le stesse identiche domande. Il confronto mostra che:

  • L’isolamento ci ha aiutato a concentrarci sul lavoro che conta davvero.
  • Lockdown ci ha aiutato ad assumerci la responsabilità dei nostri programmi.
  • Durante il lockdown, abbiamo ritenuto che il nostro lavoro fosse più utile.

La ritrovata libertà sembra essere una grande fonte di motivazione per i knowledge workers. Non solo percepiscono il loro lavoro come importante, ma si sentono anche importanti!


Altre news